Archivi del mese: giugno 2013

Ho visto “Il fondamentalista riluttante”

E’ ancora 11 settembre, questa volta con una regista indiana e produzione americana che mette al centro la parabola esistenziale e professionale di un giovane pakistano, Changez Khan. Un talento che si fa strada nel mondo della finanza newyorkese, dapprima assunto … Continua a leggere

Pubblicato in Cinema | Lascia un commento

Ho visto “Quando meno te lo aspetti”

C’è di meglio nella cinematografia francese rispetto a questa commedia triste, piena di personaggi infelici. La regista – e interprete – Agnès Jaoui tenta di dare il tocco della fiaba ad una storia, anzi a tante storie quanti sono i … Continua a leggere

Pubblicato in Cinema | Lascia un commento

Ho letto “Aringhe rosse senza mostarda” di Alan Bradley

…un bicchiere di birra senza una donzella, ahimè, è come un uovo sodo senza sale o un’aringa rossa senza mostarda. Che personaggino questa Flavia De Luce, rampolla di una nobile famiglia inglese! Ha undici anni, ma con l’intuito e la … Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Lascia un commento

Ho letto “Un covo di vipere” di Andrea Camilleri

Andrea Camilleri evidentemente sta rivoltando i cassetti delle sue scrivanie per farne uscire storie che teneva lì e di cui rimandava la pubblicazione. Preso da smania editoriale (ahi noi, l’età incalza) ora fa uscire di tutto, come spiega in una … Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Lascia un commento

Ho visto “Vogliamo vivere – To Be or Not to Be”

Che c’è da aggiungere? Un capolavoro è un capolavoro. Lode a chi ha avuto l’idea di restaurarlo e ancor più a chi ha avuto il coraggio di portarlo nelle sale per una normale programmazione. Ieri sera, alla proiezione a cui … Continua a leggere

Pubblicato in Cinema | Lascia un commento

Ho visto “Effetti collaterali”

E’ uno di quei film di cui non bisogna rivelare il finale agli amici, perché poi tocca litigare. Siamo dalle parti della depressione, degli psicofarmaci, degli ansiolitici, delle case farmaceutiche che badano esclusivamente ai profitti, degli strizzacervelli che sperimentano i … Continua a leggere

Pubblicato in Cinema | Lascia un commento

Sticazzi, c’è il telepass colorato !

Di fronte a una notizia di questo genere mio padre buonanima avrebbe detto (naturalmente in piemontese): “In Italia stiamo ancora troppo bene”. Analogo ‘sentiment’ (tanto per usare un termine che mi sta sulle scatole) da parte mia quando qualche giorno … Continua a leggere

Pubblicato in Riccardo, Società, Torino | Lascia un commento

Ho letto “Giallo d’Avola” di Paolo Di Stefano

Tra cronaca documentale e ricostruzione di fantasia, Paolo Di Stefano propone una storia di sessant’anni fa, una saga familiare che si è protratta per sette-otto anni, ma i cui strascichi giudiziari si sono fatti sentire per altri venti. I protagonisti … Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Lascia un commento

Ho visto “Solo Dio perdona”

Le premesse c’erano tutte, stesso regista e stesso interprete di Drive, un film che mi era piaciuto assai: il danese quarantenne Nicolas Winding Refn e il bel Ryan Gosling. E poi c’era la mia cinquantenne preferita, Kristin Scott Thomas, di … Continua a leggere

Pubblicato in Cinema | Lascia un commento

Ho visto “Tutti pazzi per Rose”

Commediola deliziosa, come ormai solo i francesi sanno fare, godibile fin dai divertenti titoli iniziali. Peccato per quel titolo che, come è malaconsuetudine dei distributori italiani, ne insegue uno analogo di successo che non ci azzecca niente, in cui chi … Continua a leggere

Pubblicato in Cinema | Lascia un commento