Ho letto “La terapia” di Sebastian Fitzek

Dopo mezz’ora capì che non avrebbe mai più rivisto sua figlia. La bambina aveva aperto la porta, lo aveva guardato ancora per un istante, poi si era voltata ed era entrata dall’anziano medico. Josephine, la sua piccola di dodici anni, non sarebbe tornata mai più da lui. Ne era certo.
Da lettore ahimé vaccinato, raramente mi è capitato di provare qualche brividino – come stavolta – nel leggere un thriller. Merito di Sebastian Fitzek e del suo La terapia, edito da Elliot, una giovane casa editrice romana. Quelle che ho citato sono le primissime righe del romanzo. Uno psicothriller, è bene prepararsi, che ci porta nell’inquietante mondo della psiche e dei suoi officianti. Josephine, la bambina scomparsa, è la figlia di un ricco e celebre psichiatra berlinese, Viktor Larenz, che da quel momento non si darà pace. Compare una misteriosa scrittrice di libri per l’infanzia, Anna Spiegel, che sembra custodire nelle pieghe del suo ultimo romanzo rivelazioni inquietanti circa Josephine.
Erano le quattro e mezzo quando prese due Tylenol e un antipiretico per recuperare un po’ di energia. E per Viktor quella giornata era appena iniziata.
Lo psichiatra si rifugia per quattro lunghi anni nel mondo scivoloso dei farmaci, ma proprio da lì trova infine la soluzione al mistero di Josephine.
Viktor fu costretto a raccogliere i fogli ai suoi piedi per scoprire finalmente come terminava l’incubo che per lui era cominciato quattro anni prima. (…)Proprio nel momento in cui trovò la soluzione, si addormentò.
L’ambientazione tra Berlino e una poco abitata isola del Mare del Nord, sempre soggetta alle tempeste, – oltre che nei meandri della psiche umana – aiuta molto a tenere alta la tensione. Come prima lettura del 2012 non è stata niente male. Quarantenne berlinese, Fitzek ha al suo attivo altri 4 romanzi tradotti in Italia dalla stessa casa editrice.
La verità è un puzzle con un numero di pezzi sconosciuto. Si scopre solo quando l’intero mosaico è stato composto.

Startseite


Share this nice post:
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ho letto “La terapia” di Sebastian Fitzek

  1. claudia crivellaro scrive:

    Ciao, sono contenta che ti sia piaciuto.
    Sono la traduttrice degli ultimi libri di Sebastian e la Terapia mi è sembrato il più originale. Anche gli altri, però sono interessanti. Ti consiglio il gioco degli occhi.
    Buona lettura,
    Claudia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*