Ho letto “I crimini della fisarmonica” di Annie Proulx

L’avevo incrociato casualmente su internet e l’ho cercato in libreria. Non c’era e l’ho ordinato. Non l’ho solo letto, l’ho goduto! E la mia passione per la fisarmonica c’entra solo in parte.
La fisa in questione è uno strumento costruito in Italia che prende la via dell’America per nave, come bagaglio di un emigrante. Negli Stati Uniti passa di mano in mano, sempre tra personaggi sfigati e le storie che racconta sono quelle di poveri diavoli che coltivano il ‘sogno americano’. Libro bellissimo e poco conosciuto. Grande scrittrice la Proulx!

Share this nice post:
Questa voce è stata pubblicata in Libri, Musica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ho letto “I crimini della fisarmonica” di Annie Proulx

  1. bergt67@hotmail.com scrive:

    Io ho letto questo libro nel 1993 in Germania, l’avevo preso in prestito alla biblioteca universitaria. L’ho adorato tanto, lo trovo uno stratagemma geniale, raccontare la storia e le vicende di vari gruppi etnici e di immigranti attraverso il “viaggio” della fisarmonica nel tempo e nei vari stati. Mi rincresce molto non averlo comprato allora e non capisco perché sia quasi introvabile oggi in Italia, che peccato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*