Archivi tag: W.G. Sebald

Ho letto “La passeggiata” di Robert Walser

Al diavolo la miserabile frenesia di voler apparire più di quel che si è! È un’autentica catastrofe. Cose come queste diffondono nel mondo pericoli di guerra, morte, miseria, odio e vilipendio, e impongono a tutto ciò che esiste una deprecanda … Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , , , , | 1 commento

Ho letto “Vertigini” di W.G. Sebald

Vertigini è stata la mia prima lettura di Sebald. Ho già avuto modo di scrivere di averlo scoperto attraverso un’intervista di una dozzina di anni fa a John Banville, altro mio scrittore di culto. Al suo interlocutore Banville indicava W.G.Sebald … Continua a leggere

Pubblicato in Libri, Viaggi | Contrassegnato , | Lascia un commento

Ho letto “Il fantasma della memoria” conversazioni con W.G.Sebald

Un articolo di Avvenire dell’8 agosto scorso a firma Massimo Onofri segnalava l’uscita di questo bel libro, curato in inglese nel 2007 da Lynne Sharon Schwartz e ora riproposto dalla Treccani. È una raccolta di saggi, interviste, conversazioni che esplora l’opera … Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

Ho letto “Gli emigrati” di Winfried G. Sebald

In questo periodo, diciamo convulso, non potevo lasciare in disparte un libro con un titolo così. Raccoglie quattro scritti pubblicati in tedesco nel 1992 e nel 1996 in Inghilterra dove lo stesso Sebald era emigrato, a Norwich per insegnare Letteratura … Continua a leggere

Pubblicato in Libri, Viaggi | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento