Archivi autore: riccardo

Ho letto “Il potere dei senza potere” di Václav Havel

Uno spettro s’aggira per l’Europa orientale: in Occidente lo chiamano “dissenso”. Perché leggere oggi Il potere dei senza potere, un testo scritto nel 1978 quando il blocco sovietico era ben saldo e Václav Havel (1936-2011) un «dissidente» tenuto sotto stretto … Continua a leggere

Pubblicato in Libri, Politica, Società | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Ho letto “Memorie di un barbiere” di Giovanni Germanetto

Avrò avuto quindici o forse sedici anni quando l’ho letto. Era uno dei libri che mio padre portava a casa, chissà perché tutti di Editori Riuniti. Era così che avevo conosciuto il premio Nobel Michail Aleksandrovič Šolochov (Terre dissodate, Il … Continua a leggere

Pubblicato in Libri, Politica, Torino | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ho letto “Gli emigrati” di Winfried G. Sebald

In questo periodo, diciamo convulso, non potevo lasciare in disparte un libro con un titolo così. Raccoglie quattro scritti pubblicati in tedesco nel 1992 e nel 1996 in Inghilterra dove lo stesso Sebald era emigrato, a Norwich per insegnare Letteratura … Continua a leggere

Pubblicato in Libri, Viaggi | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ho letto “Mattatoio n.5” di Kurt Vonnegut

C’era una tale ironia, in quella storia. Un’intera città finisce in cenere, e muoiono migliaia e migliaia di persone. E poi questo soldato americano viene arrestato tra le rovine per aver preso una teiera. Quando non si sa come collocare … Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

“Sul filo del circo” chiude in bellezza con Flip FabriQue

Si sono formati all’École de Cirque de Québec in Canada, poi hanno lavorato in celebri gruppi circensi. E’ la compagnia Flip FabriQue (Christophe Hamel, Bruno Gagnon, Hugo Ouellet Côté, Jérémie Arsenault, Jade Dussault, Yann Leblanc), felicemente scelta da Paolo Stratta … Continua a leggere

Pubblicato in Musica, Torino | Lascia un commento

Ho letto “Non lasciare la mia mano” di Michel Bussi

Approfittatene, cari sfaccendati, approfittate dei pesci pagliaccio, dei cocktail con l’ombrellino e la fettina d’arancia, approfittate dei tramonti prima che venga decretato lo stato d’assedio. Dopo aver letto Mai dimenticare, ho fatto scorta dei romanzi di Michel Bussi. Perché lo … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri, Mare | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Ho letto “Un momento di guerra” di Laurie Lee

Le donne, al nostro passare, si coprivano il volto con gli scialli. L’inglese Laurie Lee (1914-1997) è stato uno scrittore piuttosto apprezzato in patria, con all’attivo una trentina di lavori tra romanzi, testi teatrali, radiodrammi. Il terzo libro della sua … Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Ho letto “La morte mi è vicina” di Colin Dexter

Sellerio ha appena pubblicato la penultima inchiesta dell’ispettore Morse, con il titolo La morte mi è vicina. Resta solo l’ultima storia The Remorseful Day (1999), pubblicata nei Gialli Mondadori con il titolo Sipario per l’ispettore Morse (2000). L’attendo con trepidazione, … Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Quante risate con Luisella Tamietto e il suo “Chi perde, perde”!

Mentre si va completando (ahinoi…) il programma della XVII edizione del Festival Sul filo del circo, ieri sera lo Chapiteau Vertigo ha ospitato la divertente performance di Luisella Tamietto. Tendone pieno di gente – tanti i ragazzi – per un’ora di … Continua a leggere

Pubblicato in Teatro, Torino | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Ho letto “Il viandante” di Hermann Hesse

Viaggiare dovrebbe sempre significare vivere una esperienza, e si può avere un’esperienza preziosa soltanto in luoghi, in ambienti con i quali ci troviamo in un rapporto spirituale. Ho scelto bene di portare questo libro nel mio breve viaggio attraverso la … Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , , | Lascia un commento