Archivi categoria: Francia

Ho letto “Forse ho sognato troppo” di Michel Bussi

Chiaro. Il dio burlone non poteva accontentarsi. Vuole arrivare fino in fondo… Lo stesso volo durante il quale la mia vita è precipitata. Il volo su cui è cominciato tutto. Se la non verosimiglianza è una delle caratteristiche delle storie … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Ho letto “Le passeggiate del sognatore solitario” di Jean-Jacques Rousseau

Che cosa c’è da stupirsi se amo la solitudine? Vedo soltanto rancore sui volti degli uomini, mentre la natura mi sorride sempre. Sia che lo si chiami Le passeggiate del sognatore solitario o Le fantasticherie del passeggiatore solitario, più aderente … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ho letto “Il quaderno rosso” di Michel Bussi

Braccialetto verde se paghi cinquemila euro, blu se ne paghi settemila e rosso se ne paghi diecimila. Mi capita talvolta di alternare a letture ‘alte’ o importanti, qualche libro di pura evasione. Anche da questi c’è da trarre qualcosa di … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri, Mare | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ho letto “Una primavera difficile” di Boris Pahor

Non è forse un relitto, ormai, quel che resta di un uomo dopo il diluvio universale? Grande vecchio della letteratura europea (non solo slovena) Boris Pahor si avvia a compiere 107 anni ed è ancora lucido. È un prezioso testimone del … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri, Politica, Società | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ho letto “La follia Mazzarino” di Michel Bussi

Una sola domanda mi tormenta, l’ultima: avranno il coraggio di torturarmi prima di farmi fuori?… Violentatori di memoria. Sono al terzo romanzo di Michel Bussi, uno che fa dell’inverosimiglianza la cifra stilistica dei suoi libri. Ma così tanto piacciono ai … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri, Mare | Lascia un commento

Ho letto “La pazza di Itteville” di Georges Simenon

Due cadaveri che si scambiano di posto, uno spaventapasseri da tenere d’occhio, una ragazza bionda molto avvenente ma con il cervello di una bambina di 5 anni, un medico dalla deontologia discutibile, infine un giovane poliziotto dai capelli rossi, timido … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La mia compilation anti-Sanremo

E’ la musica di cui mi circondo e che ascolto in questi giorni. In casa o in auto con un cd sempre in funzione o fuori collegandomi a Spotify. L’importante è selezionare, cercando di restare lontano dalla musica mainstream, ogni … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Montagna, Musica | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ho letto “Rosy&John” di Pierre Lemaitre

Appena lui entra, non vola più una mosca. Fa sempre quell’effetto: la sua statura teatralmente bassa, la calvizie luccicante, ma soprattutto lo sguardo, affilato come una lama. Teatrale, appunto: nelle circostanze importanti, è un uomo che tende a tacere. Romanzo … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Ho letto “Camille” di Pierre Lemaitre

L’idea, a Camille, era venuta in quel momento. Un lampo di genio. Sono all’ultimo appuntamento con il comandante Camille Verhoeven, Squadra Omicidi della Polizia di Parigi. Devo dire che è ben sfortunato con le donne, già trovarne una (per via … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ho letto “Alex” di Pierre Lemaitre

Seconda puntata delle inchieste del comandante Camille Verhoeven (mai chiamarlo commissario, anche se il grado preciso sarebbe quello). E’ un poliziotto particolare, la cui altezza (1,45 m) è inversamente proporzionale alla sua durezza e al suo intuito. Mai scherzare con … Continua a leggere

Pubblicato in Francia, Libri | Contrassegnato , , , | Lascia un commento